Il mistero che circonda le vendite di Tesla in Cina

Una settimana dopo un rapporto che le vendite di Tesla in Cina si sono sbriciolate in ottobre e il produttore di EV lo ha confutato come “selvaggiamente inaccurato”, un esperto del settore automobilistico disse che i dati di terze parti sulle vendite in calo di Tesla sono accurati, in quanto le vendite hanno subito frequenti cambi di prezzo nella seconda metà di quest’anno.

Le vendite di Tesla in Cina crollati del 70 percento a ottobre nell’ultima dimostrazione dell’impatto negativo che la guerra commerciale americana-cinese sta avendo per affari, Reuters segnalati la scorsa settimana, citando i dati della China Passenger Car Association. La Cina è un mercato chiave per Tesla, dove prevede di costruire un gigafactory, e il mese scorso ne ha venduti solo 211, secondo i dati dell’associazione.

In una e-mail a Barron’s, un portavoce di Tesla contestato il resoconto del crollo delle vendite del 70 per cento, dicendo che i numeri ottenuti da un funzionario dell’associazione sono “selvaggiamente inaccurati” e “fuori da un margine significativo”.

Più tardi nella settimana, Freeman Shen, amministratore delegato del produttore cinese di veicoli elettrici WM Motor, ha riferito che le vendite di veicoli di Tesla in Cina sono crollate del 70% il mese scorso “Informazioni fuorvianti” a causa dei numeri di vendita opachi e non sempre accurati provenienti dalla Cina. Shen ha detto CNBC che i numeri di vendita di auto cinesi sono sempre “una specie di mistero” perché i dati vengono raccolti attraverso diversi canali.

Ora un altro esperto di industria automobilistica con sede in Cina, Jacob George, vice presidente e general manager di JD Power China, la filiale cinese della società di marketing intelligence statunitense JD Power, ha detto a Observer che “La tendenza al declino è ovvia, anche se i numeri assoluti non sono esattamente preciso. ”

Le vendite di Tesla in Cina hanno risentito delle frequenti variazioni dei prezzi in risposta alle tariffe cinesi sulle auto prodotte negli Stati Uniti, secondo George.

“Probabilmente il sentimento del consumatore sul marchio non è stato influenzato, ma la disponibilità al pagamento da parte del consumatore è influenzata dal prezzo”, ha detto George a Observer, commentando la tendenza delle vendite di Tesla in Cina. Finora questa settimana, Tesla’s azione è saltato sulle notizie che gli Stati Uniti e la Cina stanno mettendo in attesa la guerra commerciale.